book                  Monte Caggio comune di Seborga

 

Salita al Monte Caggio


Si parte dal noto paese di Seborga,sede dell'omonimo Principato, incastonato sulle alture di Bordighera, si sale ripidamente fino allo spartiacque tra i bacini di Bordighera e di Sanremo.Vi sono diverse vie, alcune sempre percorribili con facilità altre non sempre pulite od identificabili facilmente.
Punto di partenza di tutte le vie è il piazzale-parcheggio a monte del paese.Da li ,seguendo l'indicazioni bianco/rosse e le targhette del sentiero Liguria(variante a monte), si continua a piedi lungo lo sterrato che sale al passo del Ronco. Proseguendo ancora per qualche metro in salita si può imboccare lo sterrato che porta al passo del Bandito. Seguendo invece l'asfalto verso sinistra in piano per poche decine di metri, si ritrova a destra il sentiero segnalato, che sale con alcuni tornanti tra arbusti e radi alberi. A tratti acciottolato e scalinato, il sentiero si innesta lungo un ripido costone per poi spostarsi sul versante sud del crinale, aggirare la Cima Ferrissoni e con percorso a questopunto pianeggiante, innestarsi al percorso precedente presso il passo del Bandito.
Nel dubbio seguire le indicazioni per il passo del Bandito. Si prosegue poi lungo la cresta spartiacque, oltrepassando Monte Carparo.La poco pronunciata cima di Monte Carparo offre un bellissimo panorama sul mare, da Sanremo alla Costa Azzurra. Nei pressi si trova un curioso masso recante alcune incisioni; sarebbe una delle antiche pietre di confine del territorio di Seborga. Infatti lungo la cresta che da Monte Nero sale al Caggio si trovano diverse incisioni confinarie sia su grandi rocce che su massi minori eseguite da sconosciuti scalpellini del passato. Le incisioni sono formate da una croce greca , da un numero e dalle lettere “S” e “C”. Le lettere “C” e “S” potrebbero significare Castrum Sepulchri. Altri , notando che la lettera “S” è sempre posta sul versante che da sul villaggio di Seborga, mentre la lettera “C”, in genere è eseguita dal lato opposto, ipotizzano che la “C” indichi Coldirodi. Da notare su alcune una ulteriore incisione “1817”. Nell’anno 1817 fu ratificato il Congresso di Vienna (che abolì la millenaria Serenissima Repubblica di Genova ) e ciò è segno evidente della volontà degli abitanti di Seborga di riaffermare l'indipendenza del Principato.
Tralasciando alcune deviazioni si continua nella pineta lungo la cresta. Si passa sotto un elettrodotto,poi il sentiero si sposta sul versante orientale del contrafforte per aggirare da Est la cima del Monte Caggio( a meno che non si voglia seguire la via di cresta o la salita per "le roccette", entrambe i percorsi solo per chi abbia esperienza e forma adeguata...). Il percorso si svolge per lo più all'interno di boschi misti di pino, leccio e castagno. Raggiunta una zona di enormi massi franati seminascosti dal bosco, dopo una ripida discesa, si risale sul crinale e si giunge ad un trivio. Per salire sulla cima del Caggio si gira a sinistra (quasi 180 gradi) e si punta a sud. Dopo alcuni ripidi tornanti, si giunge ad un ripiano alberato dove sorge un ripetitore. Affacciata a sud una Madonnina veglia sulle valle verso Bordighera. Risalendo ancora qualche metro si raggiunge la croce di vetta del Monte Caggio (1090 m; 2.30 ore da Seborga).
Le cavità che si incontrano sotto la vetta si dice fossero utilizzate duranre il neolitico, mentre sulla cima restano alcune tracce di un probanile castellaro o luogo di culto.
Belle le vedute sulle valli di Bordighera, la Val Nervia, Ospedaletti e Sanremo e , con orizzonte pulito, a Nord/Est,sulle Alpi Marittime.








elevazione

<

Salita alMonte Caggio

dovecomune di Seborga
monteCarparo, Caggio >
parkSeborga - coord. 43° 47' 22.020" N 7° 38' 31.956" E "
luoghiCarparo, Caggio,San Bartolomeo,Negi,Peverei
motivinaturalistici, paesaggistici, storici
quandoTutto l'anno, escluso e giornate sfavorevoli. Informarsi se neve in inverso
lunghezza14,75 km
tempi5-6 ore, soste escluse
orientamentosentiero con segnavia
segnaleticabandierina bianco/rossa, rettangolo giallo da Caggio aSan Bartolomeo
quotamin.m.500 / max.m.1100
dislivello600 m
tipologiamulattiera, sentiero, carrabile
difficoltà nessuna , richiede qualche allenamento (Cai=E)
esposizionenessuna
pericolinessuno
ricoveriSan Bartolomei, Peverei
download
download
cartografiaCTR_1.5000_dal_2007_-_II_Ed_3D_-_DB_Topografico_257161
informazioniCAI Bordighera
Soldano; Seborga si raggiunge facilmente da Bordighera. Si raggiunge lo svincolo dell'autostrada , poi si attraversa il borgo di Sasso e da qui si sale a Seborga.